Bastione dell'Impossibile

Un'imponente fortificazione seicentesca

Sito nell'estremità sud – orientale della cinta, è parte delle mura che la città di Trapani erette per proteggere i commerci marittimi dalle navi turche e dai saccheggi dei pirati.

Il Bastione  era un’imponente parte della cinta muraria della città, proseguiva, infatti dalle mura a sud-est di via XXX Gennaio. Fu costruito durante l’occupazione spagnola e il fatto che fosse stato definito “Impossibile” probabilmente deriva solo dalla nota tracotanza di questo popolo, gli storici tuttavia sono incerti se attribuire tale impossibilità alla sua imponenza che avrebbe arrestato le incursioni dei pirati o alla difficoltà incontrata durante la sua costruzione considerato che l’area, assai prossima al mare, era acquitrinosa. Il fortilizio risale alla prima metà del sedicesimo secolo. Per la sua costruzione furono utilizzati conci di pietra arenaria di diversa grandezza, oltre a diversi materiali di calcare tufaceo. Sulla parte alta della facciata rivolta al mare probabilmente aprivano numerose cannoniere, con un lungo parapetto che serviva per proteggere i soldati durante il loro giro di perlustrazione. Sullo spiazzale, al centro, sono stati trovati i resti di un’ulteriore costruzione, presumibilmente una sorta di garitta per il rifugio dei piantoni. L’entrata al forte sul lato ovest,  è dimostrato da alcuni archi oggi interrati.

POSIZIONE SULLA MAPPA:

Cosa vedere

PARCHI E RISERVE, CHIESE E MONUMENTI, PAESI E PAESAGGI