Castello di Terra

Un'antica fortezza medievale nel centro urbano della città.

Insieme al Castello di Mare, la Colombaia, e così chiamato proprio per dare un senso di completezza alla cinta muraria della città, faceva parte della fortificazione eretta contro le incursioni dei pirati. Se ne scorgono i resti dove il mare di Tramontana incontrava, tramite un canale, il porto della città.

Il castello fu eretto nel corso del XII secolo sui resti di una fortificazione Cartaginese costruita da Amilcare Barca. Era situato alla bocca del canale che collegava il mare Tirreno al porto, e chiudeva la città dal lato opposto rispetto al Castello di mare. Fu poi ampliato alla fine del XIII secolo da Giacomo II d'Aragona. Nell'Ottocento il castello fu trasformato in caserma dai Borboni. Negli anni settanta  alcuni ambienti furono distrutti e riedificati per ospitare gli uffici della Questura, ma nel 1992 fu rivalutato come bene storico e restaurato parzialmente, durante queste operazioni  è stato rinvenuto un sito archeologico. Il castello è caratterizzato da un impianto a quadrilatero, con mezze torri circolari di cortina e torri rettangolari agli angoli. Del complesso originario rimane l'intera facciata di nord-ovest, che chiude le mura di tramontana. L’edificio comprendeva alloggi per le truppe, e numerosi magazzini per deposito di vettovaglie, armi, separati da ampie corti. Fu utilizzato come carcere, infatti nel 1673,  fu lì che venne decapitato il "dottore di leggi" don Gerolamo Fardella,  il quale aveva capeggiato la rivolta degli artigiani trapanesi contro la nobiltà e il Senato per l'aumento del prezzo del frumento.Gli scavi archeologici hanno portato alla luce una ceramica punica databile fra il V e il III secolo a.C., frammenti di anfore puniche e ceramiche di epoca medievale.

POSIZIONE SULLA MAPPA:

Cosa vedere

PARCHI E RISERVE, CHIESE E MONUMENTI, PAESI E PAESAGGI